Itasonic 2010© utilizza il principio della Risonanza Sonica per controlli non distruttivi di particolari grezzi o lavorati, in materiale metallico, ceramico, sinterizzato, etc...
Il controllo sonico si basa sul principio fisico per cui ogni oggetto ha le proprie frequenze di risonanza, che originano una curva caratteristica e univoca. Le frequenze di risonanza dipendono infatti da fattori ben definiti:

  • Peso
  • Struttura
  • Forma
  • Integrità
  • Materiale
  • Caratteristiche meccaniche

La curva di risonanza sarà praticamente uguale per tutti i pezzi conformi alle specifiche. Cambierà in presenza di variazioni dei parametri sopra elencati.

Vantaggi del controllo sonico

  • Veloce e semplice da utilizzare.
  • Controlla l’intero particolare.
  • Non richiede immersione in liquidi, pulizia, lavaggio, asciugatura, smagnetizzazione, etc...
  • Risultati della misura indipendenti dall’operatore.
  • Facilmente inseribile in linee di produzione esistenti.
  • Cambio tipo semplice e rapido.
  • Riduzione sensibile dei costi del controllo.
  • Rapido ritorno dell’investimento.

 Principali campi di applicazione del controllo sonico

  • Automotive - Componenti sistemi frenanti e di sicurezza in genere.
  • Trattamenti termici.
  • Pressofusioni Alluminio.
  • Stampaggio Ottone.

 Particolari adatti al controllo sonico

  • Getti pressofusi in alluminio.
  • Sinterizzati.
  • Getti in ghisa sferoidale.
  • Pastiglie freno.
  • Particolari stampati.
  • Ceramica industriale.
  • Particolari che richiedono controlli di integrità al 100%.

 

 Alcuni esempi

  • Valvolame in genere.
  • Mozzi, Pignoni, Pulegge, Bielle, Ingranaggi, Camme.
  • Bracci e supporti (sterzo, sospensioni, etc.).
  • Anelli sincronizzatori.
  • Corpi pompa.
  • Dischi e tamburi freno
  • Pinze freno.
  • Pastiglie freno.
  • Anelli ABS.
  • Componenti per turbocompressori – giranti e chiocciole.
  • Particolari sottoposti a trattamenti termici.

Itasonic 2010© trova impiego:

  • Per il controllo delle frequenze proprie di vibrazione, requisito ormai fondamentale per i componenti dei sistemi frenanti degli autoveicoli (Analisi FRF).
  • Per l’individuazione di difetti strutturali tipo variazioni di forma e peso (particolari con forma incompleta, getti o sinterizzati), presenza di cricche, scheggiature, fessurazioni o discontinuità in generale (particolari in alluminio pressofuso), differenze di densità e modulo di elasticità (ad es. controllo della globulizzazione in particolari in ghisa sferoidale), presenza di ossidazioni e contaminazioni (ad es. presenza di residui di ferro in particolari di alluminio sinterizzato), inclusioni, sfogliature del materiale.

Il software Itasonic 2010© _ Caratteristiche principali

  • Multilingua.
  • Gestione permessi operatore.
  • Salvataggio programmi di misura e lotti in database SQL.
  • Range di scansione del sistema da 1 Hz a 50.000 Hz.
  • Risoluzione e tempi di controllo, su tutto il range di scansione:
    • Risoluzione         8 Hz: tempo di controllo 0,125 sec.
    • Risoluzione         4 Hz: tempo di controllo 0,25 sec.
    • Risoluzione         2 Hz: tempo di controllo 0,5 sec.
    • Risoluzione         1 Hz: tempo di controllo 1 sec.
    • Risoluzione         0,5 Hz: tempo di controllo 2 sec.
    • Risoluzione         0,25 Hz: tempo di controllo 4 sec.
  • Distanza minima tra 2 frequenze: 2 Hz.
  • Impatto e acquisizione suono sincronizzati.
  • Gestione corretta di frequenze con tolleranze sovrapposte.
  • Analisi FFT, FRF e FRF con calcolo congruenza, configurabile.
  • Funzioni speciali per controllo al 100% di “Ripeti misura se fuori tolleranza” e “Ripeti misura se non congruente”.
  • Autocomposizione del programma di misura, con auto-ricerca delle frequenze, con supporto visuale e grafici interattivi.
  • Visualizzazione chiara dell’esito della prova (Buono/Scarto).
  • Gestione I/O con out differenziati per frequenza.
  • Possibilità di salvataggio dei grafici della prova nel database, per analisi successive.
  • Visualizzazione del “grafico dell’impronta sonica” o dei “grafici a valori singoli”.

Autoricerca frequenze

02 Scelta frequenze

Grafico impronta sonica pezzo scarto

04 Grafico valori singoli pezzo buono

 

 

 

 

Strumentazione Manuale

La versione manuale è composta da un Pc con installato il software Itasonic 2010© Manuale, un martello manuale, un microfono industriale completo di supporto snodabile, Sensor Box iDaq4Sonic + alimentatore iPower4Sonic, cavi di connessione, un tappeto in materiale speciale come supporto per le parti da controllare.
Itasonic 2010© Manuale permette sia il controllo delle frequenze proprie di vibrazione che il controllo difetti, con la ricerca automatica delle frequenze.  
In opzione è disponibile il modulo di analisi statistica e controllo di processo (Itastat 6 Analisi).

strumentazione manuale

 

 

 

 

 

Strumentazione automatica

La versione automatica è composta da un Pc industriale con installato il software Itasonic 2010© Automatico, un martello automatico compatto con forza di impatto programmabile e speciale microfono industriale integrato, alimentatore speciale per il martello, Sensor Box iDaq4Sonic con scheda I/O integrata per la gestione del dialogo con la linea di produzione automatica, alimentatore iPower4Sonic, cavi di connessione.
Itasonic 2010© Automatico permette il controllo delle frequenze proprie di vibrazione e il controllo difetti, con ricerca automatica delle frequenze che li identificano. Permette inoltre di configurare la forza di impatto del martello per ciascun particolare da misurare.  
In opzione sono disponibili:
•    Il modulo di analisi statistica e controllo di processo Itastat 6.
•    Il modulo lettura cavità stampo, con gestione differenziata delle misure per singola cavità.

strumentazione automatica

 

FaLang translation system by Faboba
Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline